Slivovitz

Slivovitz è un collettivo musicale nato nel settembre 2001 e da allora non ha mai smesso di suonare, muoversi, crescere, cambiare forma e direzione, sempre nelle armonie e melodie della musica strumentale correlata all’etno-jazz rock. Nevrotici, inquieti, frenetici, mai statici, partendo da Napoli, che hanno suonato in tutta Italia per approdare anche all’estero. Ungheria (Budapest Sziget Festival, Debrecem, Veszprem, Ocs ...), Germania (Berlino), Spagna (Barcellona), Serbia (Nisville Jazz Festival, Belgrado) Croazia (Zagreb) e in Austria (Mumyuha Festival Hochneukirchen).

In questi anni hanno pubblicato quattro dischi:

  • Slivovitz (Ethnoworld 2005)
  • Hubris (registrato nel 2007 e pubblicato dalla Moonjune nel 2009)
  • Bani Ahead (Moonjune 2011)
  • All You Can Eat (Moonjune 2015).

Sono in procinto di pubblicare il loro primo album dal vivo in vinile pesato 180 grammi. Una scelta di campo, una scelta di suono. Una edizione limitata già in procinto di diventare un “CULT”. L’edizione, solo per il mercato italiano, è affidata alla nuova etichetta napoletana "SoundFly". La line up si è evoluta nel corso degli anni intorno al nucleo duro formato da: Derek di Perri (armonica), Marcello Giannini (chitarra), Pietro Santangelo (sassofoni) e Riccardo Villari (violino). Con Domenico Angarano (basso) e Stefano Costanzo (batteria) hanno prodotto e registrato le loro prime e seconde uscite: l'omonima "Slivovitz" (Ethnoworld 2005) e "Hubris" (Moonjune 2009) che dispone anche di Ludovica Manzo alla voce.

Il loro terzo lavoro, "Bani Ahead" (2011), che dispone di Salvatore Rainone alla batteria e Ciro Riccardi alla tromba, con un suono stilisticamente più omogeneo rispetto al precedente: distintamente rock ma senza perdere quel sapore etnico classico.

Dopo aver sostituito Angarano con il giovane e talentuoso Vincenzo Lamagna al basso, durante i successivi quattro anni hanno suonato nei principali Festival italiani di Jazz (YoungJazz 2012, UmbriaJazz 2014, Mittelfest 2015). Nell’anno 2015 la pubblicazione del loro ultimo CD inedito "All You Can Eat" (2015) sempre per la Moonjune Records.

Concerti

I sette samurai del jazz rock napoletano ritornano dopo un anno e mezzo con “Liver” il primo live della loro carriera.

Un esordio in vinile pesato 180gr per la nuova etichetta napoletana SoundFly che sarà disponibile in preorder su Musicraiser da metà gennaio. Registrato interamente il 27 maggio dell’anno scorso alla Casa di Alex di Milano, il disco raccoglie in vinile l’impronta “analogica” caratteristica delle intense performance live del gruppo, spaziando attraverso il repertorio dei quattro dischi precedenti, partendo da “Mai per comando” (tratto dall’introvabile primo disco che sarà riproposto sullo shop online di Musicraiser in tiratura limitatissima), passando per “Bani Ahead” e per il recentissimo “All You Can Eat” ed offrendo una deflagrante quanto insolita cover dei Nirvana (“Negative Creep”) a chiusura dell’album.

Nella bella atmosfera del locale milanese conosciuto in tutta Italia per la proposta artistica coerente ed incentrata sulla scena Jazz Rock Progressiva nostrana ed internazionale, nessuno dei sette musicisti partenopei sembra risparmiarsi, offrendo assoli dilatati ed estremi durante tutta la durata del disco. Marcello Giannini, Pietro Santangelo, Riccardo Villari, Derek di Perri, Ciro Riccardi, Salvatore Rainone e Vincenzo Lamagna suonano insieme come un unico organismo, un animale evolutosi insieme negli anni dalla coesione e dalla collaborazione di sensibilità diverse e complementari.

“Liver”, chiamato così per testimoniare il carattere “acido” della performance, secerne puro estratto di Slivovitz, violento e tribale come il “ciuccio” disegnato questa volta da Centottantanove, giovanissimo artista murale Napoletano.

Discografia

Gallery

logo SoundFly
Copyright SoundFly | All rights reserved
  • SoundFly S.r.l.
  • Via A. Manzoni 181
  • 80123, Napoli
  • C.F./P. IVA 08329781218
  • Mobile: (+39) 328.61.88.754
Facebook page Youtube profile

Policy and Privacy
Realizzazione sito web: Click On Net